I dati del contratto

In questa pagina sono riassunti tutti i dati essenziali per la corretta gestione del rapporto di lavoro.

L’articolo 36 del contratto prevede che gli importi relativi ai minimi retributivi siano rivalutati annualmente. La rivalutazione di tali importi avviene generalmente nel mese di gennaio dell’anno a cui tali importi si riferiscono.
Per l’anno 2022 i minimi retributivi sono stati rivalutati con questo documento del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali e sono indicati nelle seguenti tabelle:

Tabella A

Lavoratori conviventi

Livello Retribuzione Mensile Indennità
A 664.09
AS 784.85
B 845.22
BS 905.59
C 965.98
CS 1026.34
D 1207.45 178.55
DS 1267.82 178.55
Tabella B

Lavoratori di cui all'articolo 15 comma 2

Livello Retribuzione Mensile
B 603.73
BS 633.93
C 700.31
Tabella C

Lavoratori non conviventi

Livello Retribuzione Oraria
A 4.83
AS 5.69
B 6.03
BS 6.40
C 6.76
CS 7.13
D 8.22
DS 8.57
Tabella D

Assistenza notturna
(livello BS per autosufficienti, CS e DS per non autosufficienti)

Livello Retribuzione Mensile
BS 1041.42
CS 1180.28
DS 1458.03
Tabella E

Presenza notturna

Livello Retribuzione Mensile
Unico 697.30
Tabella F

Indennità sostitutive

Indennità Valore unitario
Alloggio 1.750
Pranzo 2.030
Cena 2.030
Tabella G

Lavoratori di cui all'articolo 15 comma 9

Livello Retribuzione Oraria
CS 7.66
DS 9.24
Tabella H - valori mensili
Livello Retribuzione Mensile
BS 119.09
Tabella H - valori orari
Livello Retribuzione Oraria
BS 0.72
Tabella I - valori mensili
Livello Retribuzione Mensile
CS 102.88
DS 102.88
Tabella I - valori orari
Livello Retribuzione Oraria
CS 0.60
DS 0.60
Tabella L - valori mensili
Livello Retribuzione Mensile
B 8.23
BS 10.29
CS 10.29
DS 0.00
Tabella L - valori orari
Livello Retribuzione Oraria
B 0.03
BS 0.04
CS 0.04
DS 0.00

Contributi INPS

I contributi INPS sono fissati ogni anno dall’ente stesso, generalmente durante il mese di Febbraio dell’anno a cui si riferiscono. Per l’anno 2022 i valori fissati dall’INPS, per i lavoratori a tempo indeterminato, sono i seguenti:

Contributi anno 2022
Retribuzione effettiva oraria Importo contributo orario
con quota assegni familiari senza quota assegni familiari
totale di cui lavoratore totale di cui lavoratore
Fino a Euro 8.25 1.46 0.37 1.47 0.37
Oltre Euro 8.25 e fino a Euro 10.05 1.65 0.41 1.66 0.41
Oltre Euro 10.05 2.01 0.50 2.02 0.50
Lavoro superiore a 24 ore settimanali 1.06 0.27 1.07 0.27

mentre per i lavoratori non a tempo indeterminato sono:

Contributi anno 2022
Retribuzione effettiva oraria Importo contributo orario
con quota assegni familiari senza quota assegni familiari
totale di cui lavoratore totale di cui lavoratore
Fino a Euro 8.25 1.56 0.37 1.57 0.37
Oltre Euro 8.25 e fino a Euro 10.05 1.76 0.41 1.77 0.41
Oltre Euro 10.05 2.15 0.50 2.16 0.50
Lavoro superiore a 24 ore settimanali 1.14 0.27 1.14 0.27

Il pagamento dei contributi è trimestrale e può essere effettuato dal 1 al 10 del mese successivo al trimestre di riferimento (il mese di aprile per il trimestre gennaio-marzo, il mese di luglio per il trimestre aprile-giugno e così via). Una modalità semplice e rapida per il pagamento è tramite questo sito INPS.
Maggiori informazioni sulle modalità di pagamento dei contributi sono riassunte in questa pagina del sito INPS.

Sempre nel sito istituzionale dell’INPS l’ente ha messo a disposizione di tutti un simulatore per il calcolo dei contributi trimestrali che, però, non tiene conto delle eventuali prestazioni aggiuntive (straordinari, permessi ecc.). Il simulatore è disponibile a questo link.
Maggiori informazioni sui contributi INPS sono contenute nel sito dell’INPS.

Contributi assistenza contrattuale

Oltre al versamento dei contributi previdenziali, nelle stesse scadenze (nell’ambito del pagamento dei contributi previdenziali) è previsto il pagamento del contributo di assistenza contrattuale di cui all’art. 52 (comprensivo del contributo per la cassa previdenziale del collaboratore domestico CassaColf). Il contributo totale orario è (per l’anno 2022) di 0.06 Euro di cui 0.02 Euro a carico del lavoratore.
Relativamente alla cassa previdenziale, maggiori informazioni sulle prestazioni previste e sulle modalità di richiesta dei rimborsi sono contenute nel sito di CassaColf al seguente link.

Rivalutazione del TFR

La rivalutazione del TFR avviene in base a quanto stabilito dall’articolo 2120 del Codice Civile. Il valore del TFR accantonato nel mese è dato dal valore accantonato alla data del 31/12 dell’anno precedente moltiplicato per il montante del mese precedente, aggiunto il valore del TFR accantonato nell’anno in corso (non rivalutato). I coefficienti di rivalutazione utili per il calcolo del TFR accantonato da utilizzare per il calcolo, sono i seguenti:

Coefficienti rivalutazione TFR
anno mese IPC coefficiente montante
2022 8 113.20 5.9435 1.05944
2022 7 112.30 5.182910 1.0518291
2022 6 111.90 4.775424 1.047754
2022 5 110.60 3.732345 1.037324
2022 4 109.70 2.971175 1.029718
2022 3 109.90 2.987994 1.029880
2022 2 108.80 2.086160 1.020862
2022 1 107.70 1.184324 1.011843
2021 12 106.20 4.359235 1.043592
2021 11 105.70 3.867669 1.038680
2021 10 105.10 3.302784 1.033028
2021 9 104.50 2.737901 1.027379
2021 8 104.70 2.759528 1.027595
2021 7 104.20 2.267960 1.022680
2021 6 103.80 1.849705 1.018497
2021 5 103.60 1.578077 1.015781
2021 4 103.70 1.526391 1.015264
2021 3 103.30 1.108136 1.011081
2021 2 103.00 0.763194 1.007632
2021 1 102.90 0.564880 1.005649
2020 12 102.30 1.500000 1.015000